È scientificamente provato che esiste una chiara correlazione tra la mancanza grave di ferro e la caduta dei capelli. Non solo, il ferro è necessario anche per le funzioni essenziali del nostro organismo: ad esempio la sintesi del DNA, il trasporto di ossigeno e quindi anche la respirazione delle cellule ecc. È quindi evidente che una carenza grave di ferro, oltre alla perdita dei capelli, può risultare cruciale anche per le altre funzioni vitali. Al contrario, è pericoloso anche un accumulo esagerato di ferro. In questo caso può diventare addirittura tossico. Infatti, esistono malattie correlate sia alla mancanza che all’eccesso del ferro: si tratta di ipoferritinemia e di iperferritinemia. Di conseguenza, è necessario il mantenimento dell’equilibrio; proprio in questo caso in aiuto del nostro organismo e dei nostri capelli arriva la lattoferrina.

Lattoferrina – cos’è?

lattoferrina capelliLa lattoferrina è una proteina scoperta negli anni ’40 del secolo scorso, contenuta anche nel colostro (latte materno nel post-partum). Tra le sue funzioni primarie troviamo quelli di bloccare microbi e funghi impedendogli di moltiplicarsi, soprattutto quelli che si nutrono di ferro presente nell’organismo. Infatti la lattoferrina, principalmente, svolge la funzione di protezione del ferro. La lattoferrina, nel nostro corpo, si concentra nelle mucose; ad esempio nella saliva, bronchi, liquidi gastrointestinali e persino le lacrime.

La lattoferrina è una molecola in grado di isolare il ferro da agenti patogeni esterni e, insieme alla transferrina, regola l’accumulo di ferro nell’organismo. Queste proteine sono capaci di contenere fino a 4500 atomi di ferro. Grazie alla loro capacità di legare con il ferro, gestiscono la fase del trasporto intracellulare di quest’ultimo e di conseguenza gli impediscono di interagire con l’ossigeno, tutto ciò per evitare la formazione di radicali liberi che sono tossici per l’organismo.

Un’importante funzione di prevenzione della formazione dei radicali liberi è svolta dalla Vitamina E.

Lattoferrina e i benefici per i capelli

Generalmente, la carenza di ferro è una problematica che colpisce in maggiore misura le donne a causa del ciclo o della gravidanza. Su questo fenomeno recentemente sono stati svolti svariati studi, in relazione al telogen effluvium. Per telogen effluvium si intende un fenomeno di perdita anomala di grandi quantità di capelli. Ogni fase del ciclo vitale del follicolo pilifero necessita della presenza di una giusta quantità di ferro.

Uno studio recente sulla mancanza di ferro come causa di perdita dei capelli ha coinvolto 5000 donne, tutte in età fertile. È stato scoperto che un livello inferiore a 70ng/ml di ferritina è in grado di alterare completamente il ciclo vitale del capello. Questo non solo per quanto riguarda le donne. Bassi livelli di ferritina possono provocare problemi fisiologici anche negli uomini. Inoltre, la ferritina sembra essere coinvolta in un’altro processo cruciale per noi: l’assorbimento della vitamina D, ad esempio.

Il ruolo della lattoferrina, di conseguenza, sembra cruciale sia per il nostro organismo che per i nostri capelli. Per questo motivo in commercio si trovano anche integratori a base di lattoferrina. Tali integratori hanno la capacità di diminuire i livelli di epcidina; si tratta di un ormone in grado di causare problematiche nel trasporto cellulare del ferro. L’integratore più famoso di lattoferrina è il Subferrina, un integratore privo di effetti indesiderati (a differenza degli integratori del passato).

Conclusioni

Ovviamente, prima di ricorrere a qualsiasi supplemento esterno, è consigliabile condurre una vita equilibrata con una dieta sana, in grado di fornirci tutti i nutrienti necessari. Se vogliamo mantenere noi stessi e la nostra capigliatura in salute, dobbiamo impegnarci a condurre uno stile di vita regolato.